Home Chi siamo La Storia della Vespa Raduni News! Campionato Turistico/Sportivo Interno
Home
Chi siamo
La Storia della Vespa
Raduni News!
Campionato Turistico/Sportivo Interno
Segreteria Virtuale
Galleria
Rassegna Stampa
Contattaci
 
Cisterna s'è Vespa!
 
L'origine: raduno vespisti cisternesi - 20 Giugno 2010



1° Raduno Vespa Club Cisterna di Latina - 12 Giugno 2011



2° Raduno Vespa Club Cisterna di Latina - 10 Giugno 2012

Si è svolto domenica 10 Giugno in piazza XIX Marzo a Cisterna di Latina il 2° Raduno vespistico organizzato dal Vespa Club Cisterna “Aldo Terrinoni”. Quest’anno, per la sua seconda edizione, il presidente Marco Terrinoni, coadiuvato da un team di appassionati, ha portato i partecipanti al museo “Piana delle Orme”. Il titolo di questa seconda edizione del raduno regionale del Vespa Club pontino era infatti “Una passeggiata nella memoria”, una passeggiata indietro nel tempo, indietro nei ricordi delle mente di tanta gente, ricordi che il tempo non cancella. Durante la mattinata, è stato bello ascoltare le più disparate storie sia dei partecipanti di tutte le età, che di tanti anziani del paese che passeggiando tra i veicoli ricordavano la loro gioventù ormai lontana ma tanto gagliarda in sella alla loro Vespa. Parliamo di quasi 250 iscritti al raduno, appassionati dello scooter “Made in Italy”; fino a quando è stato possibile gli organizzatori dell’evento hanno contato quasi 200 veicoli. 
Ma nel momento della partenza, quando il Presidente Marco Terrinoni ha dato il via ed è salito il rumore dei motori dello “sciame”, è stato il delirio. Ebbene si signore e signori. Le memorie si sono “scosse” e tanti erano gli occhi lucidi che fissavano le centinaia di Vespe che sfilavano per il paese alla volta di Piazza del Popolo di Latina (prima tappa) e del museo storico di B.go Faiti – Latina (seconda tappa). L’emozione più forte e più bella è stato vedere i ragazzi alla guida dei loro mezzi e in tanti si sono sentiti giovani e liberi come lo erano anni prima grazie alla mitica due ruote. La giornata è proseguita con il pranzo nel complesso di “Piana delle Orme” dove poi c’è stato il giro guidato nei locali del museo dedicato al ‘900. Un sentito ringraziamento, da parte del direttivo del Vespa Club organizzatore per il successo ottenuto, va a tutti i partecipanti e a tutti i Vespa Club limitrofi e lontani che hanno contribuito in modo fondamentale alla riuscita dell’evento.


3° Raduno Vespa Club Cisterna di Latina - 09 Giugno 2013

Si è svolto domenica 9 Giugno in piazza XIX Marzo a Cisterna di Latina il 3° Raduno vespistico organizzato dal Vespa Club Cisterna “Aldo Terrinoni”. Quest’anno, per la sua terza edizione, il club pontino ha portato i partecipanti a spasso per i territori limitrofi, percorrendo circa 70 km ed attraversando i comuni di Cori, Sermoneta, Latina, Nettuno ed Anzio.
Il titolo di questa terza edizione del raduno del Vespa Club era infatti “Dai monti Lepini al litorale Pontino”.
Parliamo di più di 350 iscritti, appassionati dello scooter “Made in Italy”; fino a quando è stato possibile, dice il tesoriere del club Aldo Terrinoni, abbiamo contato quasi 300 veicoli.
La passeggiata è stata molto ben organizzata e gestita dagli staffettisti del club di Cisterna, che in tutta sicurezza, hanno permesso ai partecipanti di godere delle bellezze, dei panorami, dei colori e dei profumi dei paesi attraversati. La giornata è proseguita con il pranzo in un ristorante nella pineta di Anzio, giochi, premiazioni e saluti di rito. Il raduno inoltre è stato onorato dalla presenza del Presidente del Vespa Club Italia Roberto Leardi, che insieme al presidente del club Pontino, Marco Terrinoni hanno intrattenuto il folto pubblico con aneddoti vespistici e storie in sella alla vespa.

Un altro ringraziamento, per l’invidiabile successo, da parte del Presidente Marco Terrinoni, va a tutti i partecipanti e a tutti i Vespa Club che hanno contribuito in modo fondamentale alla riuscita dell’evento, in particolare, Vespa nel Tempo - Casalotti, Artena, Roma, Aprilia, Sora, Mondragone, Valle dell'Aniene, Isola Liri, Velletri, Frascati, Latina, Pomigliano d'Arco, Pon
tinia, Nettuno e Veteran Vespa Club (UK-London).
Un sentito ringraziamento c’è stato da parte del responsabile per le relazioni esterne Bruno Di Franceschi a tutti i componenti del Direttivo del club, “Che come sempre”, dice  “non tradiscono mai le aspettative, confermando l’impegno ed i buoni propositi per far crescere il club nell'ambiente vespistico e far appassionare sempre più persone al nostro mondo”.   
 

Babbi Natale in Vespa, visita ospedale Latina - 15 Dicembre 2013
Si è svolto domenica 15 Dicembre a Latina il Babbo Natale in Vespa organizzato dal Vespa Club Cisterna di Latina.
Quest’anno, il club pontino ha portato i partecipanti del raduno all’Ospedale Civile “S. Maria Goretti” di Latina per allietare prima di tutti i bambini ricoverati nel reparto di pediatria e poi anche facendo una passeggiata in altri reparti del presidio ospedaliero.
Con la collaborazione della Polizia Municipale del Comune del capoluogo, del Direttore Sanitario dell’ospedale e del primario di pediatria, dott. Scaini, i 50 babbi natali sono andati in giro per i reparti portando giocattoli e dolciumi a pazienti, famigliari in visita, dottori ed infermieri, per condividere insieme a tutti loro questo momento, in occasione delle feste natalizie.
Per il club vespistico di Cisterna di Latina, attivo per il quarto anno consecutivo, è stato un successo. Sia per il numero dei partecipanti all’evento, nonostante le condizioni atmosferiche non proprio favorevoli, sia per la soddisfazione di vedere il sorriso dei bambini che purtroppo passeranno il Natale in ospedale.

Il vespa club di Cisterna non è nuovo ad iniziative di solidarietà, volontariato ed utilità sociale. Tant’è vero che lo scorso Settembre, grazie al club vespistico, Cisterna di Latina è stata una tappa del Giro d’Italia in Vespa, ed in questa occasione è stato possibile raccogliere dei fondi per l’associazione ANGSA (associazione nazionale genitori soggetti autistici).

Un ringraziamento c’è stato anche da parte del presidente Marco Terrinoni a tutti i componenti del Direttivo del club, “Che come sempre”, dice Terrinoni “non tradiscono mai le aspettative, confermando l’impegno ed i buoni propositi che la nostra associazione intende confermare”. 

In Vespa al 'Raduno degli Elefanti'. Nuova impresa di Gaetano Pontisilli - 30 Gennaio 2014

Un cisternese al “Raduno degli elefanti”.

E’ l’impresa che si appresta ad affrontare Gaetano Pontesilli, esperto biker locale, pronto a partire per la Germania e prendere parte alla cinquantottesima edizione dell’Elefantentreffen, celebre motoraduno invernale che, dal 1956, si svolge alla fine del mese di gennaio in una località dell’Europa centrale.

Quest’anno l’appuntamento è fissato nella foresta di Loh Thurmansbang-Solla, tra asperità e natura selvaggia, dal 30 gennaio al 2 febbraio.

Pontesilli è stato ricevuto in comune dal sindaco Antonello Merolla e dal consigliere comunale Emiliano  Cerro che si sono complimentati per la nuova impresa e consegnato una T-shirt della “Patria dei butteri” ed una pubblicazione su Cisterna da consegnare come omaggio e promozione della città pontina in Germania.

“La straordinarietà di questa manifestazione, che raduna circa 3000 motociclisti di tutta Europa – spiega Pontesilli –, sta nel raggiungere questa località impervia, con la neve, il ghiaccio, la nebbia e temperature che toccano i meno 30 gradi. Sono circa 2400 chilometri che prevedo di percorrere in 5 giorni in sella alla mia Vespa GTS equipaggiata con gomme da neve e paramani per il freddo.

La domanda che mi fanno tutti – rivela l’esperto centauro, non nuovo ad avventure di questo tipo – è perché lo faccio. Per un pensiero ed un messaggio, rispondo sempre io. Il pensiero è che ognuno di noi dovrebbe mettersi alla prova, cercare i propri limiti, avere costantemente un progetto mentale per non morire a piccole dosi nella quotidianità. Per cambiare i propri punti di vista, sovvertire i ritmi, disobbedire a se stessi.

Il messaggio invece – continua Pontesilli – vuole comunicare a tutti la forza di una cosa del genere ed evitare quindi di restare a letto, perché le novità, i sogni non verranno a cercarci. Dobbiamo viaggiare rischiando la certezza per l’incertezza, per inseguire un sogno e permetterci almeno una volta nella vita di fuggire dai consigli sensati.

Chi non l’ha mai fatto dovrebbe provarci, perché non è importante arrivare alla meta ma provarci con coraggio, traversando i vari territori per capire e ascoltare.
Dedico questo viaggio, che affronterò con indosso i colori di Cisterna, al rappresentante della mia città, il sindaco Antonello Merolla, al Vespa Club Cisterna ‘Terrinoni’ ed al mio amatissimo figlio Alessio che viaggia da ardente motociclista in un’altra dimensione e che mi accompagnerà con i suoi occhi ed il suo cuore nel mio animo. E poi a tutti i motociclisti viaggiatori – conclude Gaetano Pontesilli – e a quel Dio, a volte assente, nel quale continuo ad avere fede”.

In Vespa all'Abbazia di Valvisciolo, Sermoneta - 14 Giugno 2015




Site Map